FESTA DELLA CICERCHIA 2020: IL MONDO “SOTTOSOPRA”

Abbiamo sempre pensato alla Festa della Cicerchia come ad un momento di aggregazione, di contatto e vicinanza tra le persone, gli artisti o gli espositori e tutti coloro che ne sono, in qualche modo, coinvolti.

Oggi non è possibile: la pandemia ha messo il mondo sottosopra, spingendoci al distanziamento sociale, ma ciò non può impedirci di continuare a ritenere fortemente quanto sia importante per tutta la comunità di Serra de’ Conti ritrovarsi intorno a questo alimento che ci appartiene per tradizione.

Per fine Novembre avevamo in programma la nuova edizione della Festa della Cicerchia a Serra de’ Conti: sarebbe stata la ventiquattresima edizione, ma abbiamo dovuto piegarci, non è stato possibile, dobbiamo combattere insieme una battaglia più grande e vorremmo essere cittadini responsabili.

Piagati sì, spezzati no: non ci fermiamo! Ed allora un programma minimo lo abbiamo anche per quest’anno, per dare un segno, per dire che non ci arrendiamo, perché la “Cicerchia è dura” e noi duri come la Cicerchia!

Biodiversità, valorizzazione del territorio, cibo buono e sano, difesa delle produzioni minori, cultura e tradizioni dei piccoli borghi: non dimentichiamo i valori che ci hanno mosso fino ad ora!

Si dice che Serra ed i Serrani abbiano un “grande cuore”: si è visto in occasione di calamità, al momento del bisogno, quando c’era da “dare”. Anche per la Festa della Cicerchia la comunità c’è sempre stata, non si è mai tirata indietro.

Allora perché, per una volta, non dovremmo essere noi a dare?

L’Associazione Festa della Cicerchia ha messo a disposizione (previa prenotazione) Domenica 29 novembre in piazza Gramsci alle ore 12, zuppa di cicerchia in pagnotta da asporto: una sorta di “CicerchiaDrive”.

Per promuovere il territorio di Serra de’ Conti e quanto di meglio ci sia dal punto di vista enogastronomico ed agroalimentare, nelle giornate del 18/19/20 dicembre i ristoranti Agriturist la Fonte- La Tana del Ghiro – La Taverna de’ Conti – L’Infinito County House – Mordi&Fuggi – Ristorante Cooqus Fornacis – Risorante pizzeria Convivium prepareranno la Cicerchia ed alcuni piatti della Festa delle passate edizioni (i menù si possono consultare sui loro social) sia per l’eventuale asporto, sia in presenza ed in tutta sicurezza, nei propri locali.

Inoltre le aziende Agricole Az. Agraria Biologica ColleOlivi, Le Cantine del Cardinale, Az. Biologica Valentini, Az. Vitivinicola Casaleta, Az.Vitivinicola Casalfarneto, Az. Vitivinicola Poderi Mattioli e la Cooperativa Agricola La Bona Usanza saranno aperte ed a disposizione per tutti coloro che vorranno visitarle o acquistarne i prodotti.

Per guardare al futuro ma senza dimenticare il passato, domenica 20 Dicembre alle ore 11 verrà consegnato il quindicesimo Premio per la Biodiversità nell’Agroalimentare delle Marche.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *